25/01 Anello Santa Margherita Ligure – Portofino – San Fruttuoso – “Pietre Strette” – Santa Margherita Ligure

    • Punto di partenza: Santa Margherita Ligure
    • Punto di arrivo: Santa Margherita Ligure
    • Lunghezza: 19,40 km
    • Quota minima: 2 mt
    • Quota massima: 475
    • Dislivello a salire: 1190 mt
    • Dislivello a scendere: 1190 mt
    • Segnavia sentiero: due pallini rossi + quadrato rosso (Portofino – Costa della Pineta), due pallini rossi (Costa della Pineta – San Fruttuoso), cerchio rosso (San Fruttuoso – Pietre Strette), due rombi rossi (Pietre Strette – Santa Margherita Ligure)
    • Difficoltà:E
    • Note: sconsigliato nei periodi più caldi. Acqua potabile a Caselle e a Pietre Strette

Descrizione:

Lasciata la macchina al parcheggio a pagamento della stazione di Santa Margherita Ligure (13 mt slm – 0 km dalla partenza), prendiamo la scalinata che scende sul lungomare, dove inizia una comoda pedonale che, costeggiando da una parte il mare e dall’altra la SP227, ci porta fino a Paraggi (5 mt slm – 4,00 km dalla partenza).
Qua avremmo dovuto attraversare la provinciale e continuare il sentiero, ma lo troviamo chiuso per frana.
Proseguiamo quindi lungo la SP227, stando in fila indiana e prestando attenzione perchè sprovvista di marciapiede.
In breve arriviamo a Portofino (3 mt slm – 5,60 km dalla partenza), dove, con una breve deviazione, si raggiunge Punta Portofino da cui si gode di una vista strepitosa sul Levante ligure.
Tornati a Portofino, prendiamo il sentiero lastricato dietro la chiesa (segnavia due pallini rossi + quadrato rosso) che sale con decisione tra ville signorili, attraversa la piccola frazione di San Sebastiano e arriva a Costa della Pineta (225 mt slm – 9,80 km dalla partenza).
Proseguiamo seguendo le indicazioni per San Fruttuoso (segnavia due pallini rossi) su carrozzabile sterrata, passiamo il Rio Vassinaro e giungiamo alle ultime abitazioni di località Prato (239 mt slm – 10,30 km dalla partenza).
La carrozzabile diventa sentiero, passa il Rio Ruffinale e con dolci sali e scendi conduce a Base Zero (220 mt slm – 11,90 km dalla partenza), vecchia postazione militare durante la II Guerra Mondiale.
Un cielo particolarmente terso ci permette da qua di vedere Savona e, sopra di essa, la Punta Marguareis innevata.
Da qua comincia la discesa che porta a San Fruttuoso di Camogli (2 mt slm – 13,20 km dalla partenza), autentico gioiello della Liguria.
Dopo una breve sosta sulla spiaggia acciottolata, prendiamo il sentiero dietro il monastero (segnavia cerchio rosso) e, passata la cinquecentesca Torre Doria, procede in forte pendenza tra fasce coltivate ad ulivi. Passiamo l’Agririfugio “Molini” e teniamo il nostro sentiero che gira a sinistra, ignorando la deviazione col sentiero che porta a Base Zero.
Raggiunta la sorgente Caselle (potabile) proseguiamo ancora dritti in decisa salita, ignorando la congiunzione col “Sentiero dei Tubi” e, finalmente, arriviamo al crocevia di Pietre Strette (475 mt slm – 15,40 km dalla partenza).
Prendiamo il largo sentiero sulla destra (segnavia due rombi rossi) per 350 metri circa e poi, seguendo le indicazioni per Santa Margherita, deviamo a sinistra su sentiero più stretto.
La discesa è ripida, a tratti con gradoni alti ed irregolari.
Ignorando tutte le deviazioni che incontriamo (Dolcina Alta, San Lorenzo della Costa, Monte Pollone, Croce di San Siro, Nozarego) arriviamo in Via Costasecca, dove le prime case sparse ci fanno capire che Santa Margherita Ligure non è più lontana.
In breve raggiungiamo il parcheggio della stazione dove avevamo lasciato le auto, chiudendo questo impegnativo ma molto appagante anello (13 mt slm – 19,40 km dalla partenza).

Foto

Mappa

Scarica
image_pdfimage_print