06/04 – Sentiero degli Alpini a Montechiaro d’Acqui

  • Punto di partenza: Chiesa di Sant’Anna, Montechiaro Piana, AL
  • Punto di arrivo: Chiesa di Sant’Anna, Montechiaro Piana, AL
  • Lunghezza: 13,40 km
  • Quota minima: 210 mt
  • Quota massima: 563 mt
  • Dislivello a salire: 680 mt
  • Dislivello a scendere: 680 mt
  • Segnavia sentiero: CAI 577
  • Difficoltà: E
  • Note:

Descrizione:

Lasciata l’auto nel parcheggio di fronte la chiesa di Sant’Anna (210 mt slm, 0 km dalla partenza) si svolta subito a destra in prossimità di una cappelletta seguendo le indicazioni per Regione Dogliotti.
Si prosegue su asfalto per circa 800 metri, prima di abbandonarlo, in corrispondenza di una curva a sinistra, seguendo il segno rosso/bianco CAI (segnavia 577).
Il sentiero sale sino ad incrociare la SP225 che sale a Montechiaro d’Acqui (400 mt slm, 2,10 km dalla partenza).
Svoltato a sinistra, si prosegue su asfalto per 50 metri per poi svoltare a destra nuovamente su sentiero che sale ripido sul versante calanchico della collina (palina “sentiero del poggio” segnavia 577).
L’itinerario incrocia una seconda volta la SP225, questa volta alle porte di Montechiaro d’Acqui (502 mt slm, 2,70 km dalla partenza), piccolo borgo molto caratteristico dove ci soffermeremo per una visita.
Ridiscesi da Montechiaro, si riprende la provinciale e si supera la sede della locale pro loco. Da qui, 150 metri più avanti si prende la svolta a destra (483 mt slm, 3,82 km dalla partenza) su sentiero che discende tra calanchi.
Due successive svolte prima a sinistra e poi a destra conducono nel fondovalle.
Si attraversa la zona prativa “campo casoza” ed un piccolo guado per risalire leggermente fino al “capanno degli amici” (375 mt slm, 5,41 km dalla partenza).
Sempre seguendo il segnavia 577, si abbandona la carrozzabile per scendere decisamente verso il fondovalle del rio Plissone.
Risalendo il corso del rio, sono stati realizzati percorsi secondari (seguire le paline indicative) che esplorano alcuni orridi, micro ecosistemi caratterizzati dalla presenza di muschi e felci rigogliose a causa della persistente umidità.
Passato “l’orto ed Franceschein” il “passo del grop bianc” e “l’orto dla Ciarèina” il sentiero ritorna una carrozzabile sino a svoltare a sinistra (237 mt slm, 7,68 km dalla partenza) costeggiando il rio Ciapin.
Dopo più avanti, una breve deviazione conduce allo spettacolare “Orrido dei Laghi”.
Tornati alla deviazione il sentiero ricomincia a salire con decisione, anche con l’aiuta di una scaletta di legno, superando una curiosa formazione rocciosa chiamata “il cappello dell’Alpino” fino ad ritrovare l’asfalto in Località Chiarini (415 mt slm, 9,32 km dalla partenza).
Poco meno di un chilometro e si incrocia la SP225, a pochi metri dove si era lasciata in precedenza.
Ripercorrendo a ritroso il sentiero si torna al piazzare della chiesa di Sant’Anna da dove si era partiti (210 mt slm, 13,40 km dalla partenza).

Foto

Mappa

Scarica

image_pdfimage_print