20/03 Deiva Marina – Levanto

    • Punto di partenza: Stazione ferroviaria di Deiva Marina, SP
    • Punto di arrivo: Stazione ferroviaria di Levanto, SP
    • Lunghezza: 16,50 km
    • Quota minima: 1 mt
    • Quota massima: 300 mt
    • Dislivello a salire: 690 mt
    • Dislivello a scendere: 680 mt
    • Segnavia sentiero: Sentiero Verde-Azzurro
    • Difficoltà: E
    • Note: 

Descrizione:

Dalla stazione di Deiva Marina ci incamminiamo in direzione del mare, poi svoltiamo a sinistra verso il ponte che attraversa il torrente, ancora a sinistra per un centinaio di metri in direzione opposta alla costa e a destra alla prima deviazione fino ai cartelli che indicano il Sentiero Verde Azzurro.
Il sentiero che imbocchiamo parte subito in forte pendenza,  profondamente incassato dall’erosione, tra la macchia mediterranea.
Dopo circa 1 km di salita costante, arriviamo in vista di Case Serro, dove il sentiero si innesta su strada sterrata con scorci panoramici sulla riviera, che diventa poi asfaltata e conduce alla frazione Setta di Framura.
Per vicoli e vie pedonali panoramiche, attraversiamo Setta e arriviamo in località Ravecca dove, per scalinata, scendiamo alla frazione Anzo.
Qua prendiamo la SP14 per un breve tratto in discesa e la lasciamo in corrispondenza di un tornante per svoltare a sinistra (indicazioni Bonassola) su stradina che conduce in Via Luigi Duina (località Vandarecca).
Qui ritroviamo il sentiero che traversa a mezza costa fra la vegetazione mediterranea, scende nel bosco ad attraversare un rio e risale in modo più sostenuto alla località Salice.
Al bivio, in corrispondenza di un pannello con indicazione dei sentieri, svoltiamo a destra sempre sul sentiero Verdeazzurro, che oltrepassa la valle del Rio Brino e poi il crinale che scende dall’omonimo monte, fino a condurci, con qualche saliscendi, al Colle di Carpeneggio.
Da qui seguiamo le indicazioni per il  “Salto della Lepre”, dove il sentiero aggira il promontorio di Monte Grosso e conduce, con una breve deviazine, ad una spettacolare balza a strampiombo sul mare.
Tornati sui nostri passi, cominciamo la discesa verso Bonassola, e, dopo una sosta in spiaggia, proseguiamo lungo la pianeggiante ciclo-pedonale per Levanto, ricavata dal vecchio tratto ferroviario.
Giunti in breve a Levanto, non resta che raggiungere la stazione ferroviaria per concludere la nostra uscita.

Foto

Mappa 

Scarica

 

image_pdfimage_print