21/02 – Monte Mao da Bergeggi

    • Punto di partenza: Cimitero di Bergeggi, SV
    • Punto di arrivo: Cimitero di Bergeggi, SV
    • Lunghezza: 9,30 km
    • Quota minima: 135 mt
    • Quota massima: 383 mt
    • Dislivello a salire: 400 mt
    • Dislivello a scendere: 400 mt
    • Segnavia sentiero: Sentiero Botanico, una X e tre pallini rossi, una X ed una H rossa
    • Difficoltà: E
    • Note: 

Descrizione:

Piacevole escursione sui rilievi dell’immediato entroterra di Spotorno e Bergeggi, con spunti panoramici veramente notevoli, su questo tratto di litorale e sull’Appennino retrostante. La prima parte del percorso è caratterizzata da una vegetazione piuttosto importante, che lascia il posto ai profumi della macchia mediterranea, lungo i panoramici sentieri di cresta, che salgono verso la cima del Monte Mao.

Oltrepassato il cimitero di Bergeggi, proseguiamo su asfalto per circa 500 metri fino a trovare sulla sinistra l’indicazione “Sentiero Botanico”, che rappresenta l’inizio del nostro itinerario.
Percorriamo così le piacevoli stradine che si aprono nel bosco, raggiungendo la dorsale, dove si apre una visione panoramica, veramente molto bella su Bergeggi e sul suo litorale.
Poco più oltre, in una conca, i resti di quello che fu il Forte di S.Elena, distrutto nel 1921 da una tremenda esplosione che fece numerose vittime anche nel paese di Bergeggi stesso.
Seguendo sempre le indicazioni del “Sentiero Botanico”, si incontra dapprima una cava dismessa, quindi una casetta isolata, da dove in breve si perviene su una nuova linea di cresta.
Si scende ora, nel versante opposto, lungo una stradina inerbita, incontrando uno sterrato dove troviamo altri segnavia (X e tre pallini rossi).
Siamo nei pressi dell’importante valico della Gola di S.Elena dove un tempo passava l’antica via romana Julia Augusta, che aggirava Capo Vado.
Scendiamo invece a sinistra incontrando poco oltre un bivio (indicazione “Antica Via Aurelia”), dove inizia la salita (X e H rosse) verso l’ampia dorsale erbosa, percorsa dal sentiero, che conduce, dapprima ad una panoramicissima anticima e quindi sulla ormai vicina vetta del Monte Mao.
Tornati all’anticima, un gruppo di 10 soci si è spinto oltre, superando il Bric Colombino per una variante più lunga del percorso (14,50 km / 630 mt di dislivello).
Il restante del gruppo è rientrato ripercorrendo i propri passi fino al valido della Gola di S.Elena, e dopo proseguendo su asfalto (Via Aurelia Antica / Via Santo Stefano) fino a raggiungere il cimitero.

Foto

Mappa percorso corto

Scarica

Mappa percorso lungo

Scarica
image_pdfimage_print