09/03 – Il Lago della Tina

  • Punto di partenza:Località Agueta, Arenzano, GE
  • Punto di arrivo: Località Agueta, Arenzano, GE
  • Lunghezza: 11,00 km
  • Quota minima: 232 mt
  • Quota massima: 505 mt
  • Dislivello a salire: 500 mt
  • Dislivello a scendere: 500 mt
  • Segnavia sentiero: T,  C2/C5, C2
  • Difficoltà: E
  • Note: Molto esposto al sole, è consigliabile percorrerlo in autunno o fine inverno.

Descrizione:

Lasciata l’auto in località Agueta (256 mt slm, 0 km dalla partenza), si percorrono alcuni metri di asfalto per imboccare, nei pressi di un pannello indicativo, l’evidente sentiero sulla sinistra che in leggera ma costante salita conduce al Passo Gua (350 mt slm, 1,40 km dalla partenza).
Qua si prosegue dritto (segnavia T) ignorando le deviazioni a destra e sinista.
Il sentiero, per nulla faticoso e molto panoramico, ci porta in poco tempo al Passo du Figu (338 mt slm, 3,60 km dalla partenza).
Con una breve deviazione sulla destra, risalendo il corso del torrente e prestando molta attenzione (si cammina spesso su roccia bagnata), si raggiungono alcune marmitte dei giganti formatesi dal passaggio del Rio Leone, tra cui il “Lagu da Tina”.
Tornati al Passo du Figu, si prosegue in decisa salita (segnavia C2/C5) svoltando a destra al successivo bivio (segnavia C2, 424 mt slm, 4,90 km dalla partenza).
Proseguendo, inizialmente ancora in salita, poi in leggera discesa, ed ignorano la deviazione a sinistra per Rocca Sciappà, si giunge in località Ruggi (446 mmt slm, 6,00 km dalla partenza) dove due ponticelli permettono di superare senza problemi due rami del Rio Leone.
Ignorando le deviazioni, si prosegue in costante discesa con splendide viste sulla Val Lerone e sul gruppo dell’Argentea fino a giungere nuovamente al Passo Gua (350 mt slm, 9,00 km dalla partenza).
Non resta che ripercorrere a ritroso i propri passi fino ad Agueta oppure, con una piccola deviazione, approfittare dell’area attrezzata Curlo per una meritata sosta.

Foto

Mappa

Scarica

image_pdfimage_print