Sentiero dei Santuari “Alessandro Davite” MPC 602/727

manifestocrea

Ormai è una tradizione: il  25 Aprile la “San Salvatore – Crea” o, più formalmente, il “Sentiero dei Santuari” torna ad animare la nostra Sezione…e non solo!

Sarà possibile iscriversi martedì 21 presso la nostra sede (dalle 21:00 alle 23:00) oppure direttamente il 25 nei punti partenza.
In questo caso consigliamo di arrivare con un certo anticipo per sbrigare le formalità.

Iscrizione ad offerta libera!

Tre le partenze previste:

  • alle ore 6:00 al Santuario B.V. della Madonna del Pozzo, per chi vuole cimentarsi a piedi nel percorso completo da 36,50 km.
  • alle ore 8:00, sempre al Santuario B.V. della Madonna del Pozzo, per chi vuole farlo con la propria mountain bike.

  • alle ore 9:00 presso l’azienda agricola Castello di Lignano (Frassinello Monferrato) per chi vuole provare il percorso corto da 19 km.

Lungo il percorso ci saranno punti di ristoro.
Consigliate calzature adeguate ed una buona preparazione fisica.

Arrivati al Santuario di Crea, per chi avesse piacere partecipare ci sarà la Messa in ricordo del nostro socio Alessandro Davite, a cui è dedicato il sentiero.

Rientro con mezzi propri

Per qualsiasi informazione non esitate a contattarci!

Inaugurazione del sentiero MPC 602/727 “Alessandro Davite”

Si è svolta oggi, presso il Santuario Madonna del Pozzo di San Salvatore Monferrato, l’inaugurazione del sentiero MPC 602/727 intitolato alla memoria del nostro socio Alessandro Davite.
Il percorso, che collega il Santuario Madonna del Pozzo con il Santuario di Crea, era già noto da anni semplicemente come 602, ma il recente accatastamento presso l’Ente Sentieri Provincia di Alessandria ha imposto una variazione per rispettare la numerazione di zona: 602 dal Santuario Madonna del Pozzo al ponte sul Grana nei pressi della pieve di San Giovanni di Mediliano (zona “Valenza e le sue colline”), 727 dal pronte sul Grana al Santuario di Crea (zona “Casale e il Monferrato”).
Una divisione a carattere puramente amministrativo che nulla toglie alla continuità “de facto” del percorso, e l’acronimo MPC (Madonna del Pozzo – Crea) che abbiamo introdotto sta a sottolinearlo.
Per l’occasione, è stata posata all’ingresso dell’area verde del Santuario Madonna del Pozzo una bacheca informativa, realizzata dai nostri soci, con la descrizione, la cartina ed altre informazioni utili circa il sentiero MPC 602/727.
Presenti all’evento il vicesindaco Laura Merlo in rappresentanza del Comune di San Salvatore Monferrato e Don Carlo Grattarola che ha benedetto la bacheca, oltre ad una numerosa partecipazione da parte di soci ed amici della Sezione.

Oltre alla pagina dedicata sul nostro sito, ora è possibile trovare la descrizione completa del sentiero MPC 602/727 anche sul portale Sentieri Provincia di Alessandria nelle sezione Itinerari a Lunga Percorrenza

La veste invernale del Tobbio

Questa mattina, Paolo, il presidente della nostra Sezione, mi telefona per dirmi che ha visto qualche foto che abbiamo scattato sul Tobbio domenica 8 Febbraio e mi sollecita “due righe” da mettere sul sito.
Cosa dire di questo monte, cosi vicino a noi, che non è stato mai scritto?
Comunque ci provo.
Ci sono domeniche in cui devi essere a casa presto perchè la sera c’è da festeggiare un compleanno e non si può proprio farsi attendere, ci sono delle domeniche che non ti va di stare a casa, ci sono delle domeniche che il tempo è talmente bello che devi uscire per forza e ci sono delle domeniche che ti stai rodendo dall’invidia perchè sai di tuoi amici che hanno in programma una bellissima escursione.
Questo preambolo fa si che si capisca che la scelta del Tobbio sia pressochè obbligata.
Umberto e Roberto ci sono mentre Gian Vittorio è bloccato per mal di schiena.
Decidiamo di portarci appresso ciaspole, ramponi e picozza in modo da poter scegliere la via secondo le condizioni della neve.
Giunti agli Eremiti, vediamo che il mezzo metro di neve è praticamente polvere, c’è già una bella traccia che sale per la cresta e decidiamo di abbandonare la via del canale nord lasciando il superfluo in auto.
Ci portiamo nello zaino solo i ramponi (..non si sa mai cosa incontreremo..) e iniziamo a salire circondati da un paesaggio splendido con i pini carichi di neve, una visibilità eccezionale e la corona delle Alpi sullo sfondo.
Le numerose foto scattate descrivono molto meglio di quanto io sappia fare.

(testo e foto di Luigi Marchese)